Consiglio Comunale di Massa, si discutono gli interventi eccezionali sul bilancio

NewTuscia Toscana – MASSA – Nel Consiglio Comunale del 23 novembre una lunga discussione scaturisce inevitabilmente al momento di affrontare la questione sulla salvaguardia degli equilibri di bilancio. Dopo la relazione iniziale del Presidente della commissione bilancio Piergiuseppe Cagetti si è subito acceso un serrato dibattito.

L’amministrazione e molti consiglieri di maggioranza sponda Lega si sono detti soddisfatti del lavoro compiuto dalla Giunta che, anche alle prese con l’emergenza Covid, è riuscita a preservare il bilancio comunale senza tuttavia far mancare l’appoggio economico consueto. Il consigliere Frugoli (Lega) sottolinea in questo senso l’egregio opera di investimento in particolar modo nel settore commerciale, uno dei più colpiti dalla crisi, per il quale sono stati stanziati 60 mila euro in più rispetto ai 130 mila già previsti. Frugoli conclude poi evidenziando come ulteriore merito l’aver saputo affrontare la situazione anche senza un vero e sostanzioso aiuto governativo. Dello stesso avviso anche l’assessore al bilancio Baratta, il quale specifica che gli aiuti provenuti dal Governo siano stati minimi se paragonati alle perdite del Comune: ad esempio, a fronte di 200 mila euro ricevuti dal governo per l’IMU nel settore del turismo, la perdita del Comune si attesterebbe a 600 mila euro.

Immediata la risposta di molti consiglieri di minoranza PD, tra cui Alessandro Menichini e Gabriele Carioli, i quali al contrario elencano i numerosi sussidi statali a vantaggio dei comuni come Massa, in particolare, a detta di Carioli, fondamentale sarebbe stata la possibilità offerta dal Governo di posticipare mutui e spese varie, ottenendo così di liberare liquidità per affrontare l’emergenza pandemica; liquidità che non sarebbe però stata adeguatamente utilizzata. Si aggiunge a questi la voce del consigliere Alessandro Volpi, anche ex sindaco della città, il quale si unisce alle critiche verso la maggioranza e precisa che l’amministrazione stia navigando a vista, senza una visione di lungo periodo e senza risparmiare il capitale non investito e risparmiato per la creazione di un fondo da destinarsi alle fasce più a rischio.

Insomma, nonostante il bilancio del Comune di Massa sia stato chiuso senza gravi perdite, l’opposizione a firma PD si è scagliata con forza contro le scelte strategiche e politiche operate dall’amministrazione, evidenziando in particolare l’assenza di uno sguardo di lungo periodo ed un insufficiente attenzione alla precarietà della situazione causa Covid. Per tale motivo, tutti i consiglieri PD hanno votato contro la mozione sulla salvaguardia degli equilibri di bilancio. La mozione è comunque stata approvata per via dei maggiori  voti a favore, anche da parte di consiglieri che, nonostante alcune pecche, hanno evidenziato la positività del puro dato economico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *