Dalla rigenerazione boschiva all’attenzione per la montagna: chi è Daniele Vannelli, il consigliere comunale più presente negli ultimi tre anni

NewTuscia – Toscana (PISTOIA): Negli ultimi trentasei mesi non ha mai perso una seduta, tanto da risultare, per tre annualità consecutive, il consigliere comunale più presente tra tutti coloro che occupano un posto in Palazzo Giano. Lui è Daniele Vannelli, rappresentante di Fratelli d’Italia, che con la propria candidatura nel giugno del 2017 decise di iniziare un percorso che, fino ad allora, non aveva mai provato: quello politico. “Una sorpresa ed una gioia che tutt’oggi  condivido con i pistoiesi” ha spiegato il consigliere.

“Continuerò – ha promesso Vannelli – a svolgere il mio ruolo con serietà, professionalità e passione. Grazie tutti i cittadini per la stima,la fiducia e l’affetto che ad oggi mi state  dimostrando, incontrandovi per strada, condividendo un sorriso ed una stretta di mano. Grazie a tutti per il vostre preziose segnalazioni pervenute e la collaborazione dimostrata fino ad oggi.
Per noi consiglieri comunali la vostra partecipazione e presenza al nostro fianco è fondamentale: siete i nostri occhi laddove purtroppo non riusciamo a vedere,non per volontà ma perché è materialmente impossibile essere presenti sulle innumerevoli aree del territorio”.

“Un passo alla volta – ha assicurato Vannelli – e raggiungeremo insieme traguardi importanti. La strada è ancora lunga da percorrere,molto è stato fatto e molto altro lavoro ci attende.
Cogliamo le sfide del presente per investire,salvaguardare e tutelare, innovare per il bene della collettività. Un lavoro sicuramente impegnativo ma al quale questa amministrazione sta già operando e non si sottrae”.

Sposato con due figli, Vannelli da circa 20 anni opera nel settore del vivaismo e con il padre conduce una piccola azienda a livello familiare. “Amo il mio lavoro – si racconta Vannelli – e con passione e professionalità produciamo le nostre piante che rendono belli e decorosi parchi e giardini di molte città italiane. Fin dai primi giorni dal mio insediamento ho approfondito tematiche legate all’ambiente, alle peculiarità e necessità del nostro territorio
e ampliato il raggio delle mie conoscenze lavorando su proposte e progetti concreti, penso a l’introduzione del censimento Fitosanitario del nostro patrimonio arboreo, che ha permesso, e tutt’ora permette all’amministrazione comunale e ai tecnici, di costituire una banca dati
di conoscenze e di informazioni chiare
per la programmazione del servizio di manutenzione e tutela del verde, per una corretta pianificazione di nuove aree, per una progettazione degli interventi di riqualificazione del patrimonio arboreo  esistente, nonché per la stima degli investimenti economici necessari al mantenimento e potenziamento delle funzionalità del patrimonio arboreo”.

“Sto collaborando – ha ricordato Vannelli – sulla riqualificazione dei nostri parchi e giardini che per anni versavano in stato di abbandono e che oggi iniziano a rappresentare un punto di riferimento e socializzazione di grandi e piccini. Sto affrontando temi e aspetti legati all’assetto idrogeologico del territorio pistoiese operando a stretto contatto con i tecnici dell’amministrazione e gli enti preposti al fine di apportare modifiche migliorative e risolutive nell’interesse dell’ambiente e della collettività. Ho molto a cuore i problemi legati a l’edilizia scolastica,per l’amministrazione una priorità che mi porta costantemente a raccolgliere istanze per inserire interventi costanti e puntuali di manutenzione ordinaria e straordinaria atti a garantire la sicurezza dei nostri bambini e del personale scolastico stesso”.

“Con determinazione ed impegno – ha ribadito Vannelli – sto operando per reprimere tutti quei fenomeni legati alle discariche abusive e all’ inquinamento ambientale e la preziosa collaborazione con il personale del servizio Ambientale Alia, con le forze dell’ordine, la Polizia Municipale,
gli ispettori ambientali e tutti gli organi preposti alla sicurezza
per arginare tali fenomeni gioca un ruolo fondamentale ed è forte e incisiva. Contestualmente ho contribuito a portare avanti la lotta contro i furti nei vivai che hanno rischiato di portare all’esasperazione e indebolire la struttura vivaistica delle piccole,medie e grandi aziende mandando in fumo interi
cicli di produzione frutto di anni di lavoro e investimenti e recando danni economici mettendo a rischio una catena produttiva che è fonte di reddito e sostentamento per titolari e dipendenti. Sto lavorando a stretto contatto con le Associazioni vivaistiche,il Distretto vivaistico,le Associazioni di Categoria
e gli imprenditori stessi per attenzionare e perseguire sempre più un percorso importante di sostenibilità ambientale valorizzandone i comportamenti virtuosi attraverso nuove tecniche di produzione e coltivazione dei prodotti stessi e che limitino l’uso di agrofarmaci e diserbanti. Grazie alla collaborazione di molti rappresentanti del mondo vivaistico e cittadini,
mi è stato possibile migliorare la viabilità in alcune zone periferiche come Masiano, Piuvica, Sant’angelo, Bottegone fino al confine con i comuni linitrofi di Serravalle e Quarrata.
Una viabilità fin troppo messa a dura prova dal traffico pesante e per questo ho lavorato affinché fosse
introdotto il senso unico per Tir ed autoarticolati limitandone i disagi e implementato la sicurezza dei residenti e dei fluitori stessi”.

L’ultima battaglia portata avanti dal consigliere Vannelli riguarda la rigenerazione boschiva: in una nota stampa della scorsa settimana, firmata anche da Andrea Tonarelli, Consigliere Provinciale Fdi, Luca Davagni, portavoce circolo FDI San Marcello Piteglio e Alessandro Olioni, portavoce FDI Abetone Cutigliano, si sottolineava come fosse necessario “mettere imprenditori e soggetti privati in condizione di operare al meglio, superando sia la pesante burocrazia che i numerosi vincoli delle zone demaniali e riserve montane, che rallentano e poco agevolano l’ attività di taglio. Per lo sviluppo di questo percorso è importante un progetto condiviso da parte delle amministrazioni locali, insieme alla regione, al fine di intercettare i fondi necessari. Auspichiamo altresì che anche da parte del governo nazionale via sia sempre più una maggiore consapevolezza di questo macro tema in cui ruota anche una vita sociale ed economica legata alla montagna stessa”. Una delle tante battaglie in cui Vannelli ha deciso di spendersi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *