Decoro e ambiente, per Fare Verde VERSILIA : “Pietrasanta è modello”

NewTuscia  – Toscana  – PIETRASANTA
“Pietrasanta è un modello di decoro e manutenzione del verde per tutta la Versilia”. A certificarlo è l’associazione ambientalista Fare Verde riconosciuta dal Ministro per l’Ambiente che si occupa di formazione e sensibilizzazione in merito alla gestione e salvaguardia in ambito zoofilo e ambientale, coinvolgendo le istituzioni, la cittadinanza, e gli istituti scolastici. “In questi anni, insieme all’amministrazione comunale, abbiamo organizzato molte iniziative. – spiega Anna Silvestro, presidente di Fare Verde – Ricordo le partecipatissime pulizie della spiaggia e le recenti individuazioni di discariche abusive a cui sono seguiti tempestivi interventi di pulizia e rimozione dei rifiuti.
A Pietrasanta la nostra associazione, che conta un centinaio di volontari in Versilia, ha sempre trovato amministratori disponibili, molto attenti al decoro e all’ambiente, e sempre pronti a collaborare.
Basta fare un giro per la città per rendersi conto che il livello di attenzione, anche per merito di una cultura dei cittadini molto sensibile, è molto alta rispetto a realtà anche limitrofe”.
Fare Verde apprezza il progetto di riqualificazione di via Garibaldi con la piantumazione di nuove piante. “I numeri sulle piantumazioni sono molto elevati. Parliamo di 300 nuove alberature in pochi anni. Dove si è tagliato, per necessità, è seguita una nuova piantumazione ma il confronto è nettamente a favore delle piantumazioni.
Questi sono i numeri. L’intervento in via Garibaldi va nella direzione giusta di una rigenerazione verde urbana. – spiega ancora – Le polemiche di Piazza Statuto non ci hanno appassionato. Non si tagliavano piante per lasciare vuoti, ma per sostituirle con piante più giovani.
Altra cosa sarebbe stata la scelta di non ripiantare altre alberature ma in questo caso non è successo ed è sempre stato chiaro questo aspetto. Pietrasanta può e deve essere un esempio per altri comuni e per altre città senza strumentalizzazioni e speculazioni politiche”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *