Livorno. Il misterioso collettivo multiculturale C’mon Tigre al The Cage

LIVORNO – Arriva sul palco del The Cage sabato 1 e domenica 2 febbraio il misterioso collettivo italo/internazionale C’Mon Tigre per uno concerti più affascinanti della stagione, realizzato in collaborazione con Musicus Concentus.

Dopo il live My Generation a ingresso
libero. Venerdì 31/1 la Glitter Night a cura di Ortodance.

VENERDÌ 31 GENNAIO. Non riesce proprio a stare fermo il The Cage, aperto anche questo venerdì 31 gennaio per l’imprescindibile Glitter Night a cura di Ortodance. Abitanti della notte, come sempre a voi penserà Matteino DJ, pronto a dominare la console con il suo dj set di musica elettronica e commerciale. Lustrini, gadget di ogni
tipo e una discoball da sogno per
ballare nel venerdì notte più fresco
della città: l’ingresso è a 5 euro
dalla mezzanotte fino all’una, 8 euro
dopo l’una (prima consumazione sempre compresa). Attivo il servizio taxi a tariffa concordata.

SABATO 1 FEBBRAIO. Il
The Cage dà il benvenuto al mese di febbraio con una  delle realtà musicali più interessanti della nostra penisola. Sul palco del Teatrino saliranno infatti sabato 1 febbraio i misteriosi C’mon Tigre: muovendosi tra tradizione e sperimentazione, C’mon Tigre è un duo attorno al quale ruota un collettivo multicolore di musicisti provenienti da più parti del mondo, e arrivano in via del Vecchio Lazzeretto in collaborazione con Musicus Concentus. Nati nel bacino del Mediterraneo, ma germogliati agli angoli
delle grandi città raccontando l’Africa, per fascinazione, con una linea curva
che parte da San Diego e finisce a Bombay, la loro radice è il funk, quello sporco, termine con cui gli afroamericani indicavano l’odore del corpo in stato di eccitazione.

Dopo aver pubblicato lo spettacolare
film musicale “Federation Tunisienne de Football” nato dalla collaborazione con l’artista Gianluigi Toccafondo, i C’mon Tigre hanno pubblicato il loro primo album nel 2014, che li ha portati a suonare nei principali club e festival italiani ed europei (Roskilde Festival, Fiesta des Suds, Eurosonic Noorderslag).

“Racines” è il titolo del nuovo album (uscito a Febbraio 2019 per BDC / !K7), una parola francese che significa radici,
laddove le radici sono quelle musicali in cui piedi, testa e cuore dei C’mon Tigre
sono immersi, e da cui, con i loro brani contaminati, spiccano il volo per creare ambientazioni sonore inedite. In questo
disco i suoni del Mediterraneo si intersecano con un caleidoscopio di altre sonorità e un approccio nuovo, meticcio,
cosmopolita, che sfugge a qualsivoglia etichetta per l’affermazione di
un’attitudine libera fatta di commistioni con il jazz, l’afrojazz, le ritmiche dell’hip hop, il funk, la disco anni ‘70. La versione “Lp” comprende inoltre un volume da sfogliare durante l’ascolto dell’album, che a ogni brano accosta un particolare
universo visivo curato da fotografi,
illustratori e street artist di fama
internazionale: Harri Peccinotti e
il serbo Boogie, il pittore Mode 2, lo street artist Ericailcane, il giapponese Shigekiyuriko Yamane e ancora Stefano Ricci, Maurizio Anzeri, Sic Est. Gli ultimi due hanno firmato inoltre i primi due video usciti in accompagnamento ai singoli: “Behold The Man” e “Mono No Aware”.

Apertura porte alle ore 22: per aggiudicarsi un posto in sala il costo del biglietto è di 12 euro + diritti di prevendita. A seguire My Generation – Cage Night Party, la selezione musicale regina del sabato sera, pronta a
sfoderare le migliori tendenze senza esclusioni di colpi per ballare
spensierati fino alle 4 del mattino,
sempre a ingresso gratuito. Attivo
il servizio taxi a tariffa concordata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *