Orari ridotti nei centri raccolta sangue, Capecchi (FdI): “La Regione si adoperi affinché non risucceda”

NewTuscia Toscana – PISTOIA – “E così i centri di raccolta sangue periferici della provincia di Pistoia chiuderanno dal 19 luglio al 26 agosto, proprio in quella che di solito è una stagione difficile per il reperimento di componenti ematici. Il tema era stato portato all’attenzione dell’opinione pubblica e delle istituzioni un mese fa da Avis e Fratres e sul quale avevo depositato una apposita interrogazione. Dispiace che la Regione Toscana non abbia colto l’occasione di trovare una soluzione, assieme alla Asl Toscana Centro, che consentisse di scongiurare le aperture ridotte nei centri di Monsummano Terme, Quarrata e San Marcello nel periodo estivo e permettere così ai donatori di potersi organizzare nel migliore dei modi per recarsi a donare il sangue. Il problema resta sempre il medesimo, la carenza cronica di personale medico e infermieristico nelle Asl. Problema che con lo scoppio della pandemia è emerso in modo incontrovertibile. Auspichiamo che un episodio del genere, che potrebbe mettere a rischio le scorte di sangue e plasma e allontanare i donatori dai centri periferici a favore di quelli cittadini, non si debba più verificare e che la Regione Toscana si adoperi affinché ciò non riaccada”. È il commento del consigliere regionale FdI Alessandro Capecchi in merito alla contrazione del servizio nei centri di raccolta periferici in Valdinievole, nella piana e nella Montagna Pistoiese.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *