Prato. Alimenti mal conservati, sanzionato ristoratore

NewTuscia – Prato – Controlli in un ristorante di Prato da parte della Polizia Municipale e del personale dell’Ufficio di Igiene degli alimenti dell’Azienda USL Toscana Centro.

Fin da subito, con l’entrata degli agenti nel locale,i clienti presenti hanno mostrato una particolare agitazione e fretta di lasciare il luogo, scrive il Comune di Prato in una nota. Chiamata la Questura, è arrivato sul posto anche il personale della divisione di Polizia Amministrativa. Dall’identificazione dei presenti condotta dalla polizia di Stato è emerso per due persone, entrambe di nazionalità straniera, alcune irregolarità relative al soggiorno e pertanto sono state condotte in Questura per gli accertamenti di rito.

Le stesse due persone, particolarmente esagitate, a causa del loro comportamento sono state successivamente denunciate per resistenza e violenza a pubblico ufficiale.

Tornando ai controlli dell’attività di somministrazione, il personale USL ha accertato che i cibi nei freezer a pozzo, oltre 100 kg di alimenti, erano in cattivo stato di conservazione oltre ad essere privi della necessaria etichettatura di origine e contenuto e quindi ne hanno disposto il sequestro penale; sono state inoltre rilevate alcune irregolarità sanitarie nella gestione della cucina e dello spogliatoio.

Sono state infine accertate dalla Polizia Municipale violazioni in materia di orari e prezzi nonché sulla diffusione di musica ad alto volume, con sanzioni per oltre 2.000 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *