Ulteriore proroga del blocco degli sfratti. Confedilizia chiede la revoca del provvedimento

NewTuscia – Pistoia – Con un emendamento al Decreto Rilancio, proposto da Leu e Pd, ed approvato in Commissione Bilancio della Camera è stata prevista un’ulteriore proroga del blocco degli sfratti.

La norma estende, dunque, lo stop agli sfratti, già introdotto dal Cura Italia nel periodo più difficile dell’emergenza sanitaria, dal primo settembre al 31 dicembre 2020 sia per immobili a uso abitativo che ad uso non abitativo.
La proroga per diventare definitiva dovrà ottenere anche il via libera delle Camere.

Al riguardo la Confedilizia ha prontamente chiesto la revoca del provvedimento.

Infatti, bloccando indistintamente tutti gli sfratti, vengono bloccati anche quelli per morosità instaurati prima dell’emergenza sanitaria dovuta al Covid, ed in tal modo si avvantaggiano ingiustificatamente coloro che, da ben prima dell’epidemia, non stavano pagando nulla ai proprietari, pur colpiti anche questi dalla crisi economica in atto ed in particolare da quella delle locazioni, e ciò vale tanto più relativamente al settore delle locazioni  commerciali.

L’emendamento è stato approvato a pochi giorni dal versamento in moltissimi Comuni della prima rata delle imposte sugli immobili. Quindi in pratica i locatori continuano a pagare le tasse su immobili per i quali non percepiscono i canoni, senza aver ricevuto nemmeno alcuna riduzione delle relative tasse.

Pertanto Confedilizia auspica fortemente che il Parlamento si renda conto dell’iniquità sociale e dell’ingiustizia sostanziale che con la proroga del blocco verrebbe a crearsi e non confermi l’emendamento.

Si ricorda che la sede di Pistoia di Confedilizia ha sede in Via San Pietro n. 20 e può essere contattata (anche per prendere appuntamenti) al numero 0573358140.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *