“E’ morto Ayman Al-Zawahiri”, il dottore numero uno di Al-Qaeda

NewTuscia Toscana – Secondo alcune fonti pakistane rilanciate dal sito Arab News, il leader di Al-Qaeda sarebbe spirato poche settimane fa, in seguito a complicazioni polmonari. Queste voci sarebbero coerenti con l’immagine orami diffusa che vedeva l’anziano jihadista malato da tempo.
Comunque, Al-Qaeda non ha ancora confermato queste indiscrezioni, per cui sarà importante attendere i prossimi sviluppi per sapere se davvero l’antico braccio destro di Osama bin Laden, sia davvero morto.

Aymen Al-Zawahiri nasce in Egitto nel 1951, fin da subito vicino a Sayyd Qutb uno degli esponenti principali dell’integralismo islamico, alla cui morte fonda una cellula terroristica per rovesciare il governo egiziano di Al Sadat, nel 1979. Si sposta poi in Pakistan negli anni novanta, dove diventerà famoso come dottore e dove, soprattutto, conoscerà il saudita Osama bin Laden, lì impegnato nella lotta anti sovietica e con il quale stringerà un tremendo sodalizio.

Quando bin Laden viene ucciso da un commando di Navy Seal, nel 2011, Al-Zawahiri gli succede a capo del movimento, preparando l’attività di Al-Qaeda negli anni a venire.

Intanto si attendono notizie e conferme, che presumibilmente arriveranno nel momento in cui Al-Qaeda avrà riconosciuto un nuovo capo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *