Fermato per un normale controllo dalla Municipale, ma l’auto era rubata e le targhe clonate

NewTuscia – Toscana – PRATO

 

Viene fermato dalla Polizia Municipale per un normale controllo, ma l’auto risulta rubata e le targhe clonate.

Il fatto è successo venerdì scorso in viale Marconi, quando una pattuglia del reparto motociclistico della polizia stradale ha intimato l’alt ad un’auto guidata da un sessantenne pratese. Alla richiesta degli agenti dei documenti obbligatori di guida, l’auto risultava regolarmente assicurata, ma intestata ad un altra persona. Ed è per questo motivo che gli uomini di piazza Macelli hanno proceduto con un controllo più approfondito.

Esaminando in maniera scrupolosa il veicolo, la sua targa ed il suo telaio, gli agenti hanno scoperto che alcuni elementi della targa non corrispondevano ai modelli (specimen) dell’Istituto poligrafico della Zecca dello Stato e che il telaio appariva non era presente nei documenti mostrati.

A questo punto l’uomo è stato condotto presso il Comando per procedere a controlli più approfonditi. Qui è stato accertato non soltanto che il veicolo era stato rubato qualche mese prima ad una persona residente a Novi Ligure, e che anche la carta di circolazione era stata rubata, ma che le targhe erano false in quanto erano state clonate.
L’uomo, inoltre, non ha saputo giustificare agli agenti il possesso di un coltello a serramanico.

È scattata quindi la denuncia per ricettazione, per uso di atto falso e per porto abusivo di oggetto atto ad offendere. Reati di cui dovrà rispondere di fronte all’Autorità Giudiziaria.
Il veicolo invece verrà restituito al proprietario originario che, avvisato del suo ritrovamento, ha già ringraziato la Polizia Municipale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *