Il richiamo di Mattarella: “Non lasciamo che il virus ci metta gli uni contro gli altri”

NewTuscia Toscana: Un nuovo appello all’unità da parte del Presidente della Repubblica a tutta la nazione. È quanto ha fatto nel pomeriggio odierno il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, intervenendo alla assemblea di ANCI, l’organo che raccoglie i comuni italiani, organizzata in video conferenza. “Proprio questa modalità attraverso cui ci parliamo – ha sottolineato il Presidente della Repubblica – sottolinea tanto quanto il pericolo sia ancora concreto e reale, quanto il fatto che, pure da parte nostra, c’è voglia e necessità di andare avanti”.

Ma per andare avanti serve unità e concordia. Lo ha sottolineato più volte Il Presidente della Repubblica, invitando tutte le parti in causa a non “far prevalere l’interesse particolare su quello generale. Non possiamo permetterci divisioni, utili soltanto a soddisfare i desideri di questo o di quello. Occorre mostrarsi uniti, pronti e con la voglia reciproca di collaborare per un futuro migliore. Il virus non ha fatto altro che mettere gli uni contro gli altri chi ha di più e chi ha di meno, chi è a rischio e chi non lo è, chi nella crisi ha perso tanti soldi e chi ne ha persi in maniera minore. Non possiamo permettere che questo avvenga”.

Mattarella ha concluso il suo intervento sottolineando come “questo virus riguarda ciascuno di noi. Riguarda tutti. Il contagio si diffonde in ogni parte del pianeta e talvolta colpisce anche chi si crede immune a questa malattia. Non si è Immuni, non basta essere giovani per salvarsi automaticamente. Occorre discernimento, e la comprensione di cosa può essere fatto e cosa no. Occorre restare uniti per uscirne insieme”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *