Licenziamenti collettivi a Campi Bisenzio: interviene l’Anpi da tutta la Toscana

NewTuscia Toscana – FIRENZE – Il Coordinamento Regionale dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, in accordo con i Comitati provinciali dell’intera Toscana, esprime congiuntamente grande preoccupazione per quanto avvenuto in queste ore ai dipendenti della multinazionale britannica, oggi proprietà di un fondo di investimento americano, “GKN Driveline Firenze”.

In un momento storico ancora fortemente segnato dalla crisi pandemica, è impensabile che un’azienda solida e dalle considerevoli capacità industriali nel campo della componentistica decida improvvisamente di licenziare 422 dipendenti, liquidando interamente la propria sede di Campi Bisenzio.

Ai lavoratori della GKN, a cui immediatamente è giunto il sostegno dei sindacati e delle istituzioni, ed a coloro che sono attualmente impegnati nell’importante indotto industriale collegato, l’ANPI Toscana non farà mancare la propria vicinanza e solidarietà affinché la crisi aziendale possa trovare tempestiva ed
opportuna soluzione.

Bruno Possenti, Coordinatore ANPI Toscana e Presidente provinciale ANPI Pisa
Alba Bigiandi, Presidente provinciale ANPI Arezzo
Vania Bagni, Presidente provinciale ANPI Firenze
Luciano G. Calì, Presidente provinciale ANPI Grosseto
Gino Niccolai, Presidente provinciale ANPI Livorno
Filippo Antonini, Presidente provinciale ANPI Lucca
Alessandro Conti, Presidente provinciale ANPI Massa e Carrara
Aldo Bartoli, Presidente provinciale ANPI Pistoia
Angela Riviello, Presidente provinciale ANPI Prato
Silvia Folchi, Presidente provinciale ANPI Siena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *