Rifiuti, tre isole per gli sfalci, De Pasquale: «Concluso il rinnovo del sistema di raccolta “cittadino”»

NewTuscia Toscana – CARRARA – Con l’installazione dei contenitori per gli sfalci, si completa il percorso di riforma del sistema di raccolta sul centro città. Nella giornata di oggi Nausicaa ha collocato e attivato in tre aree dedicate, i cassonetti destinati alla raccolta del verde che potranno essere utilizzati dai residenti del centro città.

Per la raccolta del verde sono state collocate tre isole, composte ciascuna da quattro cassonetti, simili ma un po’ più capienti di quelli usati per le altre frazioni: una è collocata a San Martino, nel parcheggio nei pressi dell’ex Tribunale, lato mare; una si trova nel parcheggio di via del Cavatore, nei pressi della farmacia Nausicaa; l’altra nel complesso della ex Montecatini, nel parcheggio tra via Don Minzoni e via Canal del Rio. Il sindaco Francesco De Pasquale e l’assessore all’Ambiente Sarah Scaletti hanno ispezionato le tre isole dedicate agli sfalci subito dopo la loro attivazione:

«Dopo l’estensione del porta a porta a tutta la zona a valle del centro, andiamo a concludere il rinnovo del sistema di raccolta “cittadino”. E’ un passo importante, un risultato non scontato, frutto di un grande

lavoro: ringrazio l’assessore Scaletti e Nausicaa e invito tutti i  carraresi a differenziare con impegno e costanza. Dai piccoli gesti quotidiani di ciascuno di noi dipende la qualità dell’ambiente in cui viviamo» ha commentato il primo cittadino.

«Dopo carta, vetro, plastica, organico e secco da oggi i carraresi possono conferire nei cassonetti anche il verde. Questa riorganizzazione è un altro importante tassello nel percorso di riciclo. Una buona separazione dei rifiuti verdi risulta estremamente utile nella produzione del compost di

qualità, un ammendante naturale per l’agricoltura e il giardinaggio. Con questo posizionamento delle isole andiamo incontro alle esigenze dei cittadini perché riusciamo a coprire in maniera più distribuita le diverse zone della città» ha dichiarato l’assessore Scaletti, ricordando che il progetto iniziale di un’unica isola a San Martino è stato modificato per collocare in modo più capillare sul tessuto urbano i punti di raccolta del verde.

Il funzionamento è analogo a quello dei contenitori ad accesso controllato attivi dallo scorso marzo: per aprire e conferire i cittadini dovranno utilizzare la Eco-card che già usano per le frazioni di secco, carta, vetro, plastica e organico. Basta avvicinare la eco-card o il cellulare con la

 

app dedicata all’apposito display, premere la pedaliera e spalancare fino a fine corsa lo sportello della bocca di conferimento: una volta aperto completamente il cassonetto si potrà procedere al conferimento.

L’utilizzo dei cassonetti per la raccolta degli sfalci è riservato alle utenze domestiche del centro città. Chi non avesse ancora ritirato la eco card può recuperarla secondo le seguenti modalità: presso il punto di distribuzione Kit Nausicaa, all’ingresso 3  (lato mare) a Carrara Fiere nei giorni 28-29- 30 giugno dalle 8:30 alle 13:30 e dalle 16:00 alle 19:00 e ancora dal 12 al 20 luglio (sabato escluso) solo dalle 8:30 alle 13:00; nei giorni 1,2,5,6,7,8,9 luglio allo sportello “Carrara C’Entro” presso l’ex Tribunale di piazza Lodovici a San Martino, dalle 8:30 alle 12:30.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *